Il potere della gonna plissé

09.10.2019

La gonna da sempre esalta la femminilità di ogni donna ed è capace di reinventarsi ogni anno: per la stagione Autunno-Inverno 2019/20 la gonna plissé è un vero must-have, un capo dotato di stile ed eleganza che rende bon ton e raffinato anche l’outfit più semplice.

Origini e successo di un capo iconico

La gonna plissé trae origine dal peplo indossato dalle donne nell’Antica Grecia ed esordisce nel mondo dell’alta moda all’inizio del ‘900 grazie a Mariano Fortuny che crea un abito stile impero molto femminile e comodo, in un periodo in cui la comodità nella moda non era prevista.

Da quel momento il plissé fu un tessuto amato e indossato da molte icone di stile, come Marlene Dietrich, Grace Kelly e Jacqueline Kennedy, ma se si parla di icone non possiamo non citare Marylin Monroe. Ricordate la scena del film “Quando la moglie è in vacanza” in cui indossa un bellissimo abito bianco da cocktail? Marylin passa “casualmente” sopra un marciapiede e la gonna plissettata inizia a svolazzare per colpa di un soffio di vento proveniente da una grata newyorkese, una scena entrata nella storia.



Come si indossa la gonna plissé?

La gonna plissé è un capo versatile, perché è capace di farci apparire eleganti o sportive. Il potere magico di queste gonne è infatti quello di cambiare completamente a seconda degli altri capi con cui viene associata; per esempio accostata ad una blusa colorata o ad un dolcevita e a un paio di stivali, creerà una combo glam adatta alle giornate da passare in ufficio.

Prediligendo invece una camicia o un maglioncino con applicazioni e scarpe con tacco, la gonna assumerà un aspetto completamente nuovo, raffinato ed elegante. Una scelta più audace è quella di indossare la gonna plissé con un paio di sneakers, creando un effetto sporty chic assolutamente glamour.

La gonna plissé quindi può essere la base per creare abbinamenti diversi, il punto di partenza con cui divertirsi ad abbinare colori e ampiezze per look sempre nuovi.